Osservatorio per la disabilità psichiatrica e psicosociale in ambito assistenziale e previdenziale

Le patologie psichiatriche sembrano essere il 21% del totale delle patologie, e potrebbero crescere; la depressione ad esempio è aumentata del 18% negli ultimi 10 anni secondo l’Oms. Attualmente questi disturbi costituiscono un carico economico per l’Italia che supera i 3 miliardi di euro annui e, in base a quanto riportato da una stima dell’OCSE, hanno una ricaduta importante anche sul mondo del lavoro. Un lavoratore su 5 oggi soffre difatti di una forma di sofferenza mentale diagnosticata, con le conseguenti difficoltà che essa implica per il soggetto e il sistema.

Il coordinamento generale medico legale dell’Inps, davanti ad una situazione così complessa, che ha anche risentito della pandemia Covid – 19, ha presentato l’esigenza di mettere in campo un Osservatorio per la disabilità psichiatrica e psicosociale in ambito assistenziale e previdenziale. Lo scopo dell’Osservatorio in oggetto sarà valutare e monitorare l’impatto che la disabilità psichiatrica e psicosociale genera sul Paese, oltre a pianificare attività di ricerca, definire linee guida e operare verso la sensibilizzazione sul tema.

Per costituirlo, si istituirà un tavolo tecnico a cui parteciperanno il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero della Salute, l’INPS, ed esponenti di centri ed associazioni di psicologia. Sarà presente anche Riccardo Marco Scognamiglio, Direttore Scientifico dell’Istituto di Psicosomatica Integrata e dell’Associazione Italiana di Psicologia Psicosomatica, forte di trent’anni di esperienza e ricerca in ambito clinico.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...