Il transfert somatico

“Analogamente a ciò che accade nella relazione dialogica, si costituirà un transfert somatico, ossia un processo di relazione dialogica, a livello del corpo, che si esprime attraverso codici sub-simbolici, propri degli aspetti somatoviscerali. Vi saranno, quindi, fasi della cura dove il terapeuta interagisce col corpo del paziente, inducendo reattività che slatentizzano schemi adattivi disfunzionali nel corpo stesso. S’instaura cioè un dialogo “corpo a corpo” che, dal piano somatoviscerale, si ritraduce in termini di linguaggio verbale, sotto forma di associazioni, di rievocazioni di sensazioni e memorie arcaiche.”

tratto da Il male in corpo

Riccardo Marco Scognamiglio

Rispondi