L’ascolto di come vive il paziente: un atto psicologico

Ascoltare tutto ciò che il paziente ha da dire sul suo sintomo, cercando di ampliarne l’orizzonte multifattoriale sempre implicato in una disfunzione, è già un passaggio che caratterizza l’atto psicologico in relazione a una sofferenza, in qualunque dimensione essa si giochi – del corpo o della mente –, con le sue conseguenti potenzialità terapeutiche.

Riccardo Marco Scognamiglio
Psicologo Psicoterapeuta Psicosomatologo

Rispondi