Etno-Psicosomatica?

Riprendendo la sua definizione di etnopsicologia, Lutz si chiedeva infatti se sia pensabile una psicologia «scientifica» contrapposta a presunte patologie localisoggettiveculturali, o se non sia più corretto considerare tutte le psicologie esistenti come culture-bound, ciò che renderebbe superfluo lo stesso uso del suffisso «etno-». Secondo la ricercatrice, l’etnopsicologia è infatti meno un sistema di conoscenze che si sovrappone all’esperienza reale delle persone e ne permette un’interpretazione che non uno dei fondamentali sistemi simbolici attraverso quali gli individui percepiscono, comunicano e sperimentano se stessi, il proprio mondo psichico e – aggiungo io – il proprio corpo, i suoi confini, i suoi mutamenti.

Roberto Beneduce, (2002) Trance e possessione in Africa. Corpi, mimesi, storia

Comments

One comment on “Etno-Psicosomatica?”

Rispondi