Site icon Psicologia Psicosomatica

DIALOGO NEL BUIO: NON OCCORRE VEDERE PER GUARDARE LONTANO

Dialogo nel buio” è un invito a sperimentare un modo diverso di relazionarsi con la realtà che ci
circonda e a riscoprire il valore dei propri sensi. E’ un percorso, proposto dall’Istituto dei Ciechi, in
cui i visitatori, a piccoli gruppi, compiono un viaggio immersi nel buio accompagnati da una guida
non vedente. Vengono proposte scene di vita quotidiana, esperite attraverso il disvelamento di un
altro “vedere”. Si tratta di un’esperienza multisensoriale in cui la percezione delle cose e la
comunicazione, in assenza dell’immagine visiva, possono essere più profonde ed intense. Per
esempio, al bar, ultima tappa del viaggio, guide e visitatori si incontrano per dialogare
sull’esperienza vissuta e imparare a degustare utilizzando pienamente gusto, udito, olfatto e tatto.

Dialogo nel buio è una possibilità formativa per lo psicologo. L’esperienza, infatti, promuove la
focalizzazione sulle proprie sensazioni, “costringendo” il partecipante ad ascoltare criticamente
l’interno di sé. È un’occasione per esercitare la propria competenza somatica, ossia la capacità di
cogliere sensazioni ed emozioni che il nostro corpo vive.
L’amplificazione sperimentata non è solo sensoriale, ma anche relazionale. Nel buio cambiano le
modalità di interagire con l’Altro, si intensifica l’attenzione prestata ai molteplici livelli dello
scambio comunicativo (voce, contatto tattile) e ci si affida, quasi inevitabilmente, ai partecipanti
con i quali si condivide questo viaggio.
In assenza di riferimenti visivi, il dialogo risulta presupposto necessario alla costruzione di un clima
di sintonizzazione, reciproco rispetto e senso di appartenenza: tutti elementi che facilitano il
perseguimento di un obiettivo comune.

Se c’è dialogo, non c’è buio.


Scopri le potenzialità della Psicologia Psicosomatica per il benessere  individuale e delle relazioni, presso le sedi di Milano, Bergamo, Gallarate, Senago e Monza.

Exit mobile version