Site icon Psicologia Psicosomatica

Quali riferimenti simbolici oggi?

Gli uomini non hanno mai abitato il mondo, ma sempre e solo la descrizione che di volta in volta il mito, la religione, la filosofia, la scienza hanno dato del mondo. Una descrizione attraverso parole stabili, collocate ai confini dell’universo, per la sua delimitazione e all’interno dell’universo per la sua articolazione. Tra “le cose di lassù” e “le cose di quaggiù”, come voleva la geografia di Platone, la più dicente, la più descrittiva, era possibile riconoscere quella gerarchia di stabilità che consentiva di orientarsi tra il vero e il falso, il giusto e l’ingiusto, il pregevole e lo spregevole. L’ordine delle idee tracciava un itinerario ascensionale che dalla terra portava al cielo, e il cammino aveva una direzione, un senso, un fine. Nella realizzazione del fine, c’era promessa di salvezza e verità.

Umberto Galimberti, L’ospite inquietante (2007)

Exit mobile version