Riflessioni sull’estetica

Cos’è la Psicologia estetica? Quali obiettivi si pone? A chi si rivolge?

A partire dalla lettura del testo di Giuseppe Polipo, Riccardo Marco Scognamiglio scrive una prefazione in cui interroga innanzitutto l’esigenza di un riferimento epistemologico per una disciplina che non può esimersi dal confronto con un concetto, quello di “estetica” e suoi derivati come l’idea di “bello”, a cui il pensiero filosofico e gli studi sulla percezione (anche neuroscientifici) hanno dedicato importanti riflessioni e teorie.

La Psicologia estetica si pone comunque come una sfida che si contrappone alla vanità del fashion e dell’apparire ipermoderno. Partendo dal riconoscimento del “bisogno estetico” insito nell’uomo, è possibile coltivare una specifica Intelligenza estetica, una sorta di competenza somatopsichica la cui applicazione potrebbe avere conseguenze pratiche anche in ambito clinico.

Leggi l’articolo completo dal sito dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...