Il Novecento, Officina del Corpo.

  Il Novecento, Officina del CorpoIl Novecento rifà il corpo: ma non è più questione di anatomie e di realismo (l’avvento della fotografia ha scalzato ogni pretesa in tal senso dell’arte figurativa). Lo rifà perché lo reinventa, lo fa a pezzi e lo rimonta, lo deforma, lo ri-colora, lo divora; lo mette allo specchio per moltiplicarlo, ne isola le parti anatomiche, lo ingigantisce, lo oggettivizza  (corpo-manichino, corpo di gomma), lo sospende, lo rende mostruoso, caricaturale; lo erotizza, soprattutto. Parlando per immagini l’occhio novecentesco cerca nelle pieghe della pelle (nell’odore – mortuario – della pelle) la verità dello spirito, anzi meglio: della psiche.

Paolo Di Paolo (2013), Piccola storia del corpo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...